40° Concorso Nazionale Douja d’Or

0

Dal 7 al 16 settembre ad Asti, Palazzo dell’Enofila

Vino, ristorazione e cultura:
menu di gala per la 46^ Douja d’Or

450 vini premiati al 40° concorso nazionale
Grandi ospiti, il Ricettario dei Piatti d’Autore
Iniziativa di solidarietà verso i terremotati dell’Emilia Romagna

Grandi novità in cantiere per la 46a edizione della Douja d’Or, Salone nazionale di vini selezionati in programma dal 7 al 16 settembre ad Asti, Palazzo dell’Enofila. “All’eccellenza vinicola nazionale e regionale, ingrediente principale della manifestazione, s’accompagna quest’anno una miscela di alta gastronomia e cultura che promette di soddisfare tutti i palati, da quelli più giovani a quelli più esigenti”.


I dati del concorso nazionale “Premio Douja d’Or”

• 972 campioni di vini Doc e Docg proposti da 373 cantine di tutta Italia.
• 450 vini premiati di cui 38 Oscar
• Graduatoria Regionale, i primi posti:
– Piemonte: 221 vini premiati (20 Oscar)
– Veneto: 44 vini premiati (3 Oscar)
– Lombardia: 39 vini premiati (3 Oscar)
– Trentino Alto Adige (2 Oscar)

Tutti i vini premiati saranno in degustazione e in vendita dal 7 al 16 settembre a Palazzo dell’Enofila.


Rassegna Piatti d’autore

In collaborazione con l’Associazione Albergatori e Ristoratori – Ascom, la Douja d’Or verranno offerti a turisti e visitatori l’occasione di sperimentare la maestria dei nostri chef conosciuti ed apprezzati a livello nazionale e internazionale.

10 le eccellenze della cucina astigiana a cominciare dalle quattro stelle Michelin: Gener Neuv, Il Cascinalenuovo, San Marco, Vittoria, La Braja, La Fioraia, La Grotta, Ametista, Il Bagatto, Antico Casale.

Degustazioni su prenotazione. Per agevolare i tanti commensali che arrivano da fuori città e fuori regione, in collaborazione con AstiTurismo è stato istituito un sistema di prenotazione e pagamento online.

Novità 2012: Il ricettario “100 Piatti d’autore”

Curato dalla giornalista Roberta Favrin, responsabile della comunicazione della Camera di Commercio di Asti, che sarà distribuito ai primi di settembre, in abbinamento al quotidiano La Stampa, in Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta e poi in vendita durante la Douja d’Or

Appuntamenti culturali

Domenica 9 settembre con “Cesare, la luna e la vigna – Omaggio a Pavese nel giorno del suo compleanno attraverso i suoi personaggi e i suoi luoghi letterari e reali”, drammaturgia e regia di Luciano Nattino, una coproduzione promossa dalla Douja d’Or e dalla Fondazione Cesare Pavese, in collaborazione con Casa degli Alfieri e Teatro degli Acerbi. In scena Andrea Bosca, Fabio Fassio, Federica Tripodi.

Da lunedì 10 settembre la rassegna “SuonidiVini“, ideata e condotta da Massimo Cotto, giornalista esperto musicale, autore e scrittore. Ospiti Vittorio De Scalzi, Francesco Baccini, Mauro Ermanno Giovanardi, Danilo Sacco, e altre guest star.

Sabato 15 settembre, musiche e suggestioni letterarie tra vino e cibo a cura della Fondazione Centro di Studi Alfieriani.

In collaborazione con la Fondazione Cassa di Risparmio di Asti, sarà riproposto l'”aperitivo con l’arte” a Palazzo Mazzetti, dove a grande richiesta è stata prorogata la straordinaria Mostra sugli Etruschi.

La Douja solidale

Anche quest’anno, la Douja d’Or non mancherà di dare il suo contributo alla solidarietà. Com’era già accaduto per l’Abruzzo, la Camera di Commercio di Asti in accordo con il sistema camerale nazionale, devolverà il suo contributo a favore delle popolazioni terremotate dell’Emilia Romagna.

Il Festival Delle Sagre

Domenica 9 settembre, la 39a edizione del Festival delle Sagre, evento unico nel panorama italiano. In mattinata oltre 3000 figuranti, con abiti d’epoca e attrezzi ripercorreranno le stagioni della vita contadina tra Otto e Novecento. A seguire, il più grande ristorante all’aperto d’Italia oltre 80 piatti della tradizione monferrina (antipasti, primi, secondi e dolci) proposti da 45 pro loco astigiane

Ospiti del Festival sono quest’anno Flavon (Trento) e il Comitato Vecchia Porta Casale di Vercelli. I trentini proporranno carne salada con fasoi e per dolce il tradizionale strudel di mele; i vercellesi porteranno in piazza la panissa e il salam d’la Duja.

Share.

About Author

Leave A Reply