Avvio con il botto per la Douja

0

Avvio più che positivo per la 46^ edizione della Douja d’Or, grande festa del vino italiano inaugurata venerdì scorso a Palazzo dell’Enofila. “Nel primo fine settimana le degustazioni dei vini hanno sfiorato quota 17 mila, registrando un incremento del 30% rispetto alla passata edizione”, commenta con soddisfazione il presidente della Camera di Commercio di Asti, Mario Sacco.

Il boom si deve in particolare alla Douja dell’Asti, con il suo nuovo salotto e lounge bar allestito nel cortile dell’Enofila. Gli inediti cocktail a base di Asti Docg proposti dal Consorzio di tutela stanno incontrando il successo del pubblico oltre le più rosee aspettative: tra venerdì e domenica ne sono stati serviti 4.700 (+320% rispetto al 2011). Ottimi i riscontri anche per la Douja della Barbera e per il banco di degustazione dei 450 vini premiati al 40° Concorso nazionale Douja d’Or.

Lo straordinario afflusso di visitatori nel dopocena di sabato ha costretto gli organizzatori ad anticipare di un’ora la chiusura della manifestazione, per garantire la sicurezza di tutti. Le cene con i “Piatti d’Autore” stanno registrando il tutto esaurito, così come le serate di degustazione organizzate dall’Onav e dalle Camere di Commercio del Piemonte.

Il nuovo cartellone culturale del dopocena sta incontrando la simpatia e l’interesse del pubblico. Tutto esaurito venerdì sera per la “Sfida a suon di pesto” che ha visto confrontarsi sul palco Vittorio De Scalzi, voce dei New Trolls e finalista del campionato mondiale di pesto al mortaio e Walter Ferretto, chef del Cascinalenuovo di Isola, stella Michelin. Ospite a sorpresa Giorgio Faletti, che ha affiancato nella giuria il cantautore Giorgio Conte e gli chef protagonisti del ricettario “100 Piatti d’Autore”.

Area spettacoli affollata in ogni angolo anche domenica sera per la presentazione in anteprima dello spettacolo “Cesare la luna e la vigna” scritto e diretto da Luciano Nattino e coprodotto dalla Douja d’Or in collaborazione con la Fondazione Pavese. Sul palco, insieme agli attori del Teatro degli Acerbi, anche Andrea Bosca, stella nascente del cinema italiano, che ha ricevuto il Premio Douja d’Or.

Share.

About Author

Leave A Reply