Mauro Ermanno Giovanardi alla Douja d’Or 2012

0

L’ospite di Suoni DiVini questa sera è Mauro Ermanno Giovanardi, ex-voce dei La Crus e oggi artefice di una bella carriera solista che ha trovato uno dei suoi punti più alti nell’apparizione a Sanremo con Io confesso. grande amante del rosso, da anni ha in repertorio una stupefacente versione de Il vino di Piero Ciampi: “Com’è bello il vino / rosso rosso rosso / bianco è il mattino / sono dentro a un fosso. / E in mezzo all’acqua sporca / godo queste stelle / questa vita è corta / è scritto sulla pelle”.

L’appuntamento è per oggi mercoledì 12 settembre 2012 alle ore 21.30 nell’Area Spettacoli del Palazzo dell’Enofila, ingresso libero.

La carriera solista di Mauro Ermanno Giovanardi, voce storica dei La Crus – con i quali ha inciso 8 album – è iniziata con l’acclamatissima Io Confesso, presentata al 61° Festival di Sanremo e giudicata la vincitrice morale, ed è proseguita nei mesi seguenti all’insegna del grande successo di pubblico e critica con il secondo brano, tratto da Ho Sognato Troppo L’Altra Notte?, Se perdo anche te.

Oltre che in radio e in TV, l’artista è stato uno dei grandi protagonisti dell’estate sonora, che ha concluso con la pubblicazione dell’ultimo singolo, Desio. Prevalentemente accompagnato da un supergruppo, composto da Matteo Curallo al pianoforte, organi e chitarra acustica, Stefano Brandoni al basso elettrico, Leziero Rescigno alla batteria, Fabio Mercuri alle chitarre, Paolo Milanesi alla tromba e Alberto Bollettieri al trombone, oppure – per eventi importanti e prestigiosi – affiancato dall’ Ensemble Symphony Orchestra, lo spettacolo di M.E.

Giovanardi mette in scena le atmosfere dei cinematici sogni in technicolor presenti nell’album e le sonorità di richiamo a Morricone, con arrangiamenti e melodie classiche intessute di riferimenti al beat e alle grandi orchestrazioni degli anni ’60. Oltre a Io Confesso, Se Perdo Anche Te e Desìo, l’album contiene due speciali featuring: una collaborazione con Cecilia Syria Cipressi e la rilettura in italiano di Bang Bang cantata con Violante Placido, con la quale affronta il pubblico della primavera / estate 2012 On Stage!

Ma le grandi collaborazioni non si sono esaurite con l’album; si sono arricchite, in ambito live, del contraltare narrativo di Massimo Cotto, in Chelsea Hotel, uno spettacolo con una base che poggia sul reading e che spazia attraverso il mondo rock, transitato nelle stanze dello storico albergo newyorkese.

Il 22 Luglio Mauro Ermanno Giovanardi ha ricevuto il Premio Lunezia 2012 / Menzione Speciale che celebra il valore artistico di “Ho sognato troppo l’altra notte?”con questa motivazione: “Mauro Ermanno Giovanardi è uno degli autori più raffinati che ci siano in Italia e il Premio Lunezia vuole omaggiarlo con una Menzione Speciale 2012…”. Sul palco di Marina di Carrara (MS), per festeggiare il prestigioso riconoscimento, si è esibito in una particolarissima performance accompagnato dalla Sinfonico Honolulu, l’unica orchestra di ukulele italiana.

Con il numero di Settembre 2012 di XL di Repubblica in allegato un Cd tributo a Ivan Graziani che include Lugano Addio, omaggio così spiegato da M.E. Giovanardi: “Le parole chiave nei giorni delle registrazioni del brano sono state velluto e seta.” In riferimento a ciò, viene sancito: “Così scrive Giovanardi sulle note per il Cd. Una carica sensuale profonda e immobile, ferma come il lago di cui si parla. Una bellezza allo stato puro…”

Sito Ufficiale: www.mauroermannogiovanardi.it
Pagina Facebook: www.facebook.com/mauroermannogiovanardi

Share.

About Author

Leave A Reply