Sorpresa per Francesco Baccini!

0

Grande successo anche per la serata dedicata a Francesco Baccini, secondo ospite d’onore di Suoni DiVini di e con Massimo Cotto, apprezzato cantautore italiano, autore di successi come Le donne di Modena, Genova blues (cantata con Fabrizio De Andrè), Sotto questo sole (con i Ladri di biciclette) e recentemente di uno spettacolo interamente dedicato a Luigi Tenco.

Amante del buon vino, ottimo affabulatore, miniera di aneddoti e storie dal sapore speziato, ha intrattenuto il pubblico con le sue canzoni, ricordi e omaggi ai suoi grandi amici musicisti – grazie anche ad un eccezionale Massimo Cotto che ha trasformato l’Area Spettacoli del Palazzo dell’Enofila in un intimo salotto musicale.

Intorno alle 22.00 sotto il palco è sgattaiolato a sorpresa, con una curiosa borsa in mano, un altro grande autore, astigiano doc, ma soprattuto un amico di lunga data di Francesco Baccini: Giorgio Conte. La sorpresa del pubblico e di Francesco Baccini è stata immensa…

Giorgio Conte, produttore dei primi due dischi di Francesco Baccini per l’etichetta discografica CGD, ha tirato fuori dalla borsa un pacco incartato con una velina gialla, l’ha aperto davanti a tutti e… sorpresa: ecco sul palco della Douja d’Or il Disco di Platino originale a lui assegnato per l’album Cartoons del 1989!

Ispirandosi al cinema di animazione, quello dai ritmi veloci e stilizzati, a loro volta rintracciabili nei film comici dello stesso periodo, Baccini con Cartoons suonava in punta di pianoforte, mostrando i suoi virtuosismi con lo strumento, il suo suono cristallino e appunto spedito, ottenendo un effetto a sfondo comico per ogni canzone, le quali, nonostante ritmi incalzanti e briosi, non mancano di fornire spunti di riflessione e momenti poetici.

Con questo album, l’ironia diventerà elemento portante delle sue canzoni, collocando Baccini in una galleria di possibili eredi della lezione artistica di Rino Gaetano, al pari di altri colleghi come Enzo Jannacci, e il suo amico Fabrizio De André. Francesco Baccini quello stesso anno fu premiato come rivelazione a Saint Vincent e vinse la “Targa Tenco” come miglior opera prima.

Una curiosità: la copertina del disco raffigurava il personaggio dei fumetti Betty Boop, disegnato da Vincenzo Mollica.

Tutte le foto e i video della serata sulla nostra pagina Facebook.

Questa sera mercoledì 12 settembre, l’appuntamento da non perdere è quello con le parole e canzoni di Mauro Ermanno Giovanardi, ex-voce dei La Crus e oggi artefice di una bella carriera solista che ha trovato uno dei suoi punti più alti nell’apparizione a Sanremo con “Io confesso”. Grande amante del rosso, da anni ha in repertorio una stupefacente versione de “Il vino” di Piero Ciampi.

Share.

About Author

Comments are closed.