Il salone nazionale

Nel   dialetto   piemontese   la   “Douja”   (pronuncia   dùia)  è  l’antico  recipiente  di  terracotta  utilizzato  per  travasare,  conservare  e  servire  il  vino.  La  maschera  piemontese Gianduja, Gian d’la Douja, la usa al posto del bicchiere per le sue allegre bevute.

Ad Asti la “Douja d’Or” è sinonimo di festa del vino. La manifestazione, ideata nel 1967 dall’allora presidente della  Camera  di  Commercio  Giovanni  Borello,  è  cresciuta  di  anno  in  anno  fino  a  diventare  una  delle  più  prestigiose  fiere-mercato  del  vino  italiano.

In  settembre,  nei  dieci  giorni  a  cavallo  tra  il  secondo  e  il terzo week end, vengono presentati in degustazione e in vendita, centinaia di vini Doc e Docg selezionati dagli  esperti  dell’Onav  con  il  concorso  nazionale  “Premio Douja d’Or”. Tra i premiati spiccano gli Oscar della Douja d’Or, vini di assoluta eccellenza, insigniti della brocca dorata che simboleggia la manifestazione.

L’iniziativa presenta anche un ricco programma di eventi culturali ispirati al mondo del vino – arte, musica, teatro e letteratura – con ospiti di livello nazionale.


LA DOUJA OSPITA PIEMONTE LAND E PORTA IN DEGUSTAZIONE LE ECCELLENZE DEI CONSORZI PIEMONTESI

L’edizione di quest’anno si presenta come vetrina di eccellenza di tutte le produzioni del territorio. Alle degustazioni dei vini regionali premiati al Consorzio Enologico Nazionale Douja d’Or, in assaggio presso il banco del Salone, si affiancano le degustazioni delle più nobili produzioni vinicole del territorio (dalla Barbera d’Asti all’Asti, dall’Alta Langa al Barolo, dal Gavi all’Erbaluce di Caluso, dal Roero alla Freisa di Chieri, dal Brachetto d’Acqui al Timorasso) dei 10 Consorzi di tutela regionali coordinati da Piemonte Land of Perfection. L’iniziativa si svolge nella splendida cornice di Piazza San Martino, uno degli spazi architettonici barocchi più belli della città.


LA RASSEGNA “PIATTO&DOLCE D’AUTORE”: UN’OCCASIONE DI FORMAZIONE PER I RAGAZZI DELLA SCUOLA ALBERGHIERA

Quest’anno il “Piatto&Dolce d’Autore” avrà luogo presso la sede dell’Agenzia di formazione professionale Colline astigiane. La scuola non si limita a dare ospitalità alla rassegna ma, nell’ambito di un progetto di formazione voluto e condiviso con la Camera di Commercio e la sua Azienda Speciale, offre ai ragazzi impegnati nei diversi corsi, e con il supporto attento degli insegnanti, un’occasione di apprendimento sul campo dove si alternano momenti di istruzione teorica ad esperienze in cucina e in sala nell’ambito di un evento che presenta caratteristiche complesse per numeri e modalità organizzative.